domenica 11 luglio 2010

non siamo mai stati sulla luna



Una amico con cui lavoro, un creativo con molta esperienza ed anche una brava persona, mi spiegava compunto che nel deserto non so dove,  ci sono enormi strutture che sparano raggi nel cielo con lo scopo di modificare il clima. Ovunque e come lo si desideri. Lo diceva con la naturalezza che sfidava il mio scetticismo, poi, con l'aria di saperla lunga mi faceva capire che erano per forza gli americani.... spiegandomi  con una punta di paternalismo che poter fare piovere settimane, mesi su un certo paese è un arma di coercizione fortissima...
Mah.
Mi sono immaginato Obama che tempesta di monsoni la corea del nord, mentre kim yong il trasforma il nord america in un deserto nucleare.  Ottima tattica evidentemente.
Ho provato ad argomentare... immaginato il denaro necessario, il luogo, che deve restare segreto pur coinvolgendo migliaia di persone, il costi. Insomma ho provato a ragionare.
Ma non c'è stato verso.
Questo collega non è uno sprovveduto.  Ha un età,  ha girato il mondo per lavoro, fa il regista ed ha certamente conosciuto esseri umani brillanti e arguti,  eppure non riesce neppure lui a sfuggire al fascino del luogo comune complottista....
dimenticavo... è ovviamente convinto che non siamo mai stati sulla luna.
Un fotografo, mi spiegava invece di aver saputo da fonte sicura (un medico...)  che le multinazionali del petrolio sono anche proprietarie delle case farmaceutiche, che i vaccini per guarire tumori, aids ecc ci sono ma non li fanno uscire per continuare a fare proventi con i farmaci.... anche lui ammiccava fiero della nuova spiegazione sugli equilibri del mondo che ci aveva appena dato.
Un segno della regressione della società può essere questa incapacità di vederla per quello che è?
Ho sempre detestato il complottismo. Cela insicurezza e vanità.
Infatti assicura  a chi lo fa due risultati.
Sentirsi uno che la sa lunga, cosa che tutti adoriamo fare e regredire con comodità ad una fase
pre-puberale, al bambino a cui bastano le risposte dei genitori per capire tutto.
E' come se crescendo la mia generazione (40/50), forse perchè derubata del mondo bellissimo che gli avevano promesso, abbia provato ad evitare l'elaborazione del lutto  che passa attraverso la consapevolezza di come stanno le cose,  abbandonandosi nelle mani di qualunque complottista, pur di non sentirsi dire che il mondo è quello che è. semplicemente.
E che nessun roveto ardente verrà a spiegarci la verità ultima.
Possibile che sia così difficile diventare adulti? Ammettere l'esistenza del caso, dell'ingiustizia, immaginare che le azioni umane sono spesso caotiche contraddittorie, slegate le une dalle altre, che una tragedia può nascere e costruirsi anche grazie ad omissioni, dimenticanze, autentiche stupidaggini?
E poi questa necessità morbosa di immaginare che le cose non stanno mai come ce le raccontano. Che noi non siamo così banali da credere a quello che si legge sui media, o credere a quello che la gente semplicemente FA.
Bisogna sentirsi speciali e (soprattutto)  innocenti. Sapere cose che nessuno sa e che spiegano in una frase secoli di errori e inadempienze. Pigrizia intellettuale  ed eccesso di auto-stima .... un cocktail  micidiale.
Questa deformazione ne sottende altre... Incapacità di arrendersi al proprio destino fatto di successi e fallimenti, desideri mai esauditi e mediocrità personali. incapacità di elaborare una corretta e schietta immagine di se. (e forse mi aspetto molto... chi ci riesce dopotutto)
E per finire un terzo, impagabile vantaggio.
La grande trama occulta che impedisce di risolvere la fame in africa è in fondo la stessa che (confusamente sentono che è così)  ha impedito loro di diventare rockstar, presentatore, miliardario, pompiere scelto.
Siamo tutti parte di un disegno segreto, burattini di un gioco più grande di noi.
E' sempre colpa di qualcun'altro.
Soprattutto, non è mai colpa nostra.



per approfondire sulla luna:
complotti lunari

9 commenti:

orietto berto ha detto...

quindi vuoi farci credere che non e´ stata la massoneria internazionale agli ordini di elvis presley e del kgb a montare infondate accuse di pedofilia nei confronti del clero cattolico-apostolico?
eppure mi sembrava una spiegazione cosi´ convincente...

Giuliano47 ha detto...

"Soprattutto, non è mai colpa nostra".

Eh, gia`, proprio questo e' il punto.

I nostri fallimenti e le spiacevolezze causati da prepotenze altrui, le pressioni psicologiche che abbiamo subito ed indotto a fare altro dai nostri desideri, sono colpa nostra.
Colpa nostra perche' non abbiamo avuto un carattere abbastanza forte da imporci, perche' magari abbiamo preferito il quieto vivere piuttosto dello scontro frontale necessario per far valere le nostre ragioni.
Causa nostra per le deficenze e i limiti intellettivi e di carattere, difficili da accettare.

Piu` comodo dire che e` tutta colpa altrui.

Ma questo lo si comprende tardi.

the searcher ha detto...

si giuliano il punto è quello infatti. Il complottismo è il fratello minore dell'innocentismo.

Anonimo ha detto...

Dopo aver letto questi commenti....

http://mazzetta.wordpress.com/2011/12/05/il-complotto-in-corto/comment-page-1/#comments

....non credo più che l'uomo è andato sulla Luna.

the searcher ha detto...

ed io ti rispondo così
http://it.wikipedia.org/wiki/Prove_indipendenti_sull%27allunaggio_dell%27Apollo

the searcher

Anonimo ha detto...

Ed io ti controrispondo così...

http://it.wikipedia.org/wiki/Dubbi_sull%27allunaggio_dell%27Apollo

....Soprattutto ti suggerisco di documentarti approfonditamente nel numero 84 delle "Note" di questo sito di Wikipedia agli ultimi commenti.

Ciao !

the searcher ha detto...

ah ah! bello questo botta e risposta!
ma la pagina che mi hai suggerito ha uno schema ben fatto di pro e contro... mi ha rassicurato più che preoccuparmi.
beh, spero che leggerai con questa attenzione anche qualche post più recente.

the searcher

Anonimo ha detto...

....Comunque sia non puoi negare che gli ultimi commenti al numero 84 delle "Note" di quel sito di Wikipedia che ti ho citato sono prove assolutamente inconfutabili che nessuno dei dodici astronauti americani che la Nasa dichiara di aver mandato sulla Luna ci sono effettivamente stati !!

P.S.
A meno che ci tieni a negare l'evidenza, ovviamente !

Anonimo ha detto...

http://antiviralmeds.info#10771 - zithromax kravy zithromax eunxf [url=http://antiviralmeds.info#2072]zithromax[/url] aufci